Il menù è in costante sperimentazione

Antico cantico per un'Alimentazione del Corpo e dello Spirito

Una castagna almeno al giorno, in qualsiasi forma, dal compimento del terzo anno di età. Questo ricorda l'attenzione verso il mondo vegetale nella specie degli alberi, vicini al sole, ponti alla terra.

Tre foglie verdi aggiunte in qualsiasi forma, ad ogni pasto.

Il latte ed i suoi derivati sono benefici se gli animali che lo producono vengono curati,

rispettati, considerati. Ciò genera loro felicità che è colta dall'erba e dai fiori della terra e donata loro nel latte.

Ti ciberai dei frutti del bosco, dei fiori e delle erbe, dei tuberi e dei funghi, e delle radici, coltivando piccole aree per non ledere l'armonia della terra.

Coltiverai la vite e gli alberi da frutta, e tutto sia rispettato e protetto dal freddo, dal caldo, dalle intemperie, dalle malattie come fossero figli.

Si selezionino le specie e si permetta la loro riproduzione secondo i tempi dell'anno.

Ci siano innesti ove occorre, ed alle piante sia chiesto perdono per il dolore prodotto. Solo col loro assenso si faccia quanto pensato.

Si coltivino in campi lunghi i cereali, tra loro alleati in specie alterne, a seconda dei mesi e degli anni.

Le api diano miele e frutti, curate e rispettate, si lasci loro il giusto e un poco di più come nutrimento. Darete loro per questo, in cambio, molti fiori.

Il pane sia lievitato e non lievitato, in forme piatte e fantasiose. Il pane racconti una storia. Sia composto di farine a seconda dei gusti, mescolate tra loro, ma non di una sola specie. L'armonia richiede alleanze di tante forme e forze vitali, e farine di specie che nascono sopra e sotto la terra, ed in cielo.

Create dolci a seconda delle idee e della fantasia, del gusto che impara a scegliere mille specie diverse. Così avvenga nel cibo e nelle bevande. Non manchi il sale, la birra, il vino, non manchino le uova di varie specie.

* Tratto da “Piccolo Vangelo Alimentare”, in “La strada ai Fuochi Centrali”, Oberto Airaudi, 1987, baseispiratricedella filosofia alimentare di Damanhur.

MENU DEGUSTAZIONE € 40

(Minimo 2 persone)


- Antipasti misti della casa
- Bis di primi della casa
- Arrosto dei nostri vitelli alla vecchia Piemontesina con Patate
- Dolce della casa

Vitello Tonnato con capperi e tuorlo d’uovo € 10


Battuta di Fassona dei nostri vitelli con miele, nocciole Bio tostate e cialda di Grana € 12


Battuta di Fassona dei nostri vitelli con Porcini € 15


Peperoni in Bagna Caoda € 8


Flan di zucca del nostro orto con fonduta di Toma della Valchiusella e Amaretti € 9


Insalata di finocchi con olive taggiasche e gamberi al profumo d’arancio € 10


Gnocchi all’ortiche con fonduta di toma della Valchiusella € 12


Agnolotti di Castagna e lardo d’Arnad al burro e nocciole € 12


Risotto Carnaroli Bio alla zucca mantecato al gorgonzola € 14


Tagliolini ai Funghi Porcini € 14 *

Arrosto dei nostri vitelli alla vecchia Piemontesina € 14


Involtini di Vitello con Funghi porcini glassati al sugo d’arrosto € 15

Porcini fritti su crostone di Polenta € 15

Baccala’ croccante con maionese senapata € 14


Polpette di ceci su vellutata di cavolo nero